Crea sito

Simone Bonfiglio – Poesie

Simone Bonfiglio

Presagi

Camminare dietro un vecchio
e sentire i suoi pensieri di morte
ronzanti come zanzare giù al fiume
e l’odore di naftalina della giacca 
incancrenita dalle tarme

Mi sono visto in lui in un giorno lontano
le spalle curve a sorreggere gli anni
e le mani rugose e gli occhi gialli
i piedi tirati a poco a poco
e dietro me un incommensurabile vuoto

Così finisce il cammino davanti una piazza sgombra
come quando viene giù un acquazzone
senza luce a scaldarti e fare ombra
senza capire dove, quando e come
una porta serrata alle spalle         

*

Autunno

Avanza il brullo autunno uggioso
e delle liete ore andate
un anelito rimane
E mentre rifletto pensieroso
l’acqua cade e lava le strade
come un fiume scivola per le scale
Scorrono pallidi e scarni giorni
ed intanto piove.
Piove e sbiadiscono i colori del tuo viso
e i suoi contorni.

*

L’ora dei mari calmi

L’ora dei mari calmi
volge al termine.
Possano essi affogarmi
o darmi vertigine.


L’autore

Simone Bonfiglio, laureato in Storia al Dicam di Messina, scrive per un web magazine – casa editrice The Freak di Roma, per The Serendipity Periodical giornale accademico de La Sapienza. Cura la rubrica “Le avventure di Sal Goodson” su Facciunsalto.it (serie di racconti semi-autobiografici). E’ in fase di editing il mio primo romanzo.


https://www.intermezzorivista.it/category/opere/poesie/

Intermezzo

Pubblicato da Intermezzo

Intermezzo